Classificazione ed etichettatura armonizzate

Alcune situazioni rendono necessaria l'armonizzazione della classificazione di una sostanza e obbligatorio a livello europeo garantire un'adeguata gestione dei rischi in tutta l'Unione europea.

Si tratta delle tre situazioni di seguito specificate:

  • la sostanza è cancerogena, mutagena, tossica per la riproduzione o sensibilizzante delle vie respiratorie;
  • la sostanza è una sostanza attiva utilizzata in biocidi o prodotti fitosanitari;
  • la necessità di una classificazione a livello di Unione europea è giustificata.

Stati membri, fabbricanti, importatori e utilizzatori a valle possono proporre l'armonizzazione della classificazione e dell'etichettatura di una sostanza in tutta l'Unione europea.

L'intenzione di preparare una proposta di armonizzazione della classificazione e dell'etichettatura viene pubblicata nel registro delle intenzioni per consentire alle parti interessate di fornire il loro contributo al processo.

Il fascicolo relativo all'armonizzazione della classificazione include informazioni sulla fabbricazione, gli usi e i pericoli delle sostanze e una giustificazione della necessità di un'azione a livello europeo. La relazione deve contenere informazioni sufficienti per effettuare una valutazione indipendente dei vari pericoli fisici, tossicologici ed ecotossicologici sulla base delle informazioni presentate.

Consultazione pubblica

Dopo aver ricevuto la proposta, l'ECHA organizza una consultazione pubblica della durata di 45 giorni. Al termine di tale periodo, l'ECHA trasmette tutte le osservazioni pervenute agli Stati membri o alle imprese che avevano presentato una proposta, invitandoli a fornire il loro parere in merito alle osservazioni espresse.

Link to consultation (Link alla consultazione)

Comitato per la valutazione dei rischi

La proposta, le osservazioni e i pareri di chi ha inviato il fascicolo vengono trasmessi al Comitato per la valutazione dei rischi dell'ECHA. Il Comitato, di cui fanno parte esperti degli Stati membri, esprime un parere scientifico sulla proposta e l'ECHA lo trasmette alla Commissione europea.

Decizione

La Commissione, con l'assistenza del Comitato di regolamentazione dell'ECHA, che comprende rappresentanti degli Stati membri, decide quindi in merito alla proposta di classificazione e di etichettatura della sostanza interessata.

 

Note

Please note that the Data Submission Manual will be published after discussions on the CLH report format are finalised and not "soon after August 2014" as indicated in the Guidance on the preparation of dossiers for Harmonised Classification and Labelling.