Tasse a carico delle PMI ai sensi del regolamento sui biocidi

Le piccole e medie imprese stabilite nell'Unione europea possono beneficiare di tariffe ridotte in base al regolamento sui biocidi, a seconda delle loro dimensioni e in talune condizioni. Per questo tali aziende dovranno fornire prove documentali a dimostrazione del loro diritto alla riduzione prima di presentare la domanda. Le condizioni e le istruzioni su come presentare la documentazione per la verifica delle PMI sono descritte in modo più dettagliato qui di seguito.

Prima di richiedere una verifica delle PMI, è preferibile familiarizzare con la relativa definizione della UE. La raccomandazione 2003/361/CE della Commissione è l'unica base per determinare le condizioni che riguardano la qualifica di microimpresa o piccola e media impresa.

Riconoscimento dello status di PMI

Il potenziale richiedente, prima di presentare all'Agenzia la domanda per ottenere l'approvazione, il rinnovo o l'iscrizione nell'allegato I del regolamento (UE) n. 528/2012 di un principio attivo, oppure per l'autorizzazione da parte dell'Unione di un biocida o di una famiglia di biocidi, in conformità, rispettivamente, agli articoli 7, par. 1, 13, par. 1, 28, par. 4, 43, par. 1 o 45, par. 1 di detto regolamento, deve presentare all'Agenzia gli elementi pertinenti che comprovino il diritto a tale riduzione, in virtù dello status di PMI, ai sensi della raccomandazione 2003/361/CE.

Sostanze e prodotti per i quali sono previste riduzioni tariffarie

Va notato che le imprese possono beneficiare di riduzioni tariffarie solo se il principio attivo non è candidato alla sostituzione e se il prodotto non contiene principi attivi candidati alla sostituzione.

Pertanto, nel caso in cui la domanda riguardi una sostanza o un prodotto di questo tipo, l'azienda non può richiedere una verifica delle PMI.

Scelta dell'impresa corretta

Nel caso di una domanda di approvazione, rinnovo o iscrizione nell'allegato I del regolamento (UE) n. 528/2012 di un principio attivo, è la categoria dimensionale del produttore del principio attivo stabilito nell'Unione che determina il diritto alla riduzione tariffaria.

Nel caso di una domanda di autorizzazione di un prodotto o di rinnovo dell'autorizzazione di un prodotto, è la categoria dimensionale del potenziale titolare dell'autorizzazione stabilito nell'Unione che determina il diritto alla riduzione tariffaria.

Pertanto, nel caso in cui l'ente che presenta la domanda sia, ad esempio, un consulente, è importante valutare la dimensione aziendale del cliente.

Come determinare la categoria aziendale in base alle dimensioni

Istruzioni passo a passo sulla valutazione della categoria aziendale in base alle dimensioni.

Per saperne di più

Prove documentali
  1. Le prove documentali* mostrano la struttura proprietaria dell'impresa, includendo tutti i partner diretti e indiretti e le imprese collegate, a monte e a valle, tenendo conto di tutte le azioni, i diritti al voto o altre pratiche d'influenza rilevanti per determinare collegamenti/partnership ai sensi dell'articolo 3 dall'allegato alla raccomandazione 2003/361/CE della Commissione.

    *Come prove documentali che indicano gli azionisti di una società, alcune delle seguenti potrebbero servire includendo le ultime modifiche, con l'assegnazione di azioni: statuto sociale, documenti di costituzione, atto costitutivo, libro degli azionisti della società, ecc.

  2. Copie dei conti finanziari certificati ufficialmente con le note integrative e le relazioni annuali degli ultimi due esercizi fiscali approvati, così come quelli di qualsiasi partner e/o impresa collegata in base agli articoli 3, 4 e 6 dell'allegato alla raccomandazione della Commissione.

  3. Certificato ufficiale/informazioni di un'autorità ufficiale** a conferma della corrispondenza del numero di dipendenti al numero annuo di unità lavorative (AWU), ai sensi dell'articolo 5 dell'allegato alla raccomandazione della Commissione, per ognuno degli ultimi due periodi contabili approvati. Se tali informazioni sono incluse nelle relazioni annuali o nelle note del bilancio sottoposto a revisione, non si è tenuti alla presentazione di questi documenti.

    **Può essere richiesto un certificato ufficiale contenente le informazioni sul numero di effettivi alle dipendenze della società a, ma non solo, alcune delle seguenti istituzioni nazionali/locali: ufficio delle imposte, agenzia delle entrate, ufficio della previdenza sociale, ufficio del lavoro, istituto di assicurazione per la salute, compagnia privata di assicurazioni sulla salute, ecc.

Assicurarsi di inviare i documenti specificati ai punti 1, 2 e 3 per tutti i partner diretti e indiretti e per le imprese collegate, a monte e a valle, considerando eventuali azioni, diritti di voto e altre pratiche d'influenza rilevanti per determinare i collegamenti/partnership ai sensi dell'articolo 3 della raccomandazione della Commissione.

Nota: se l'impresa e/o uno qualsiasi dei suoi partner e le imprese collegate stanno redigendo conti consolidati o se inclusi tramite consolidamento nei conti di un'altra impresa, si prega d'inviare il bilancio consolidato con le relative note di accompagnamento.

Come presentare domanda di riconoscimento della qualifica di PMI e la documentazione accompagnatoria

Prima di tutto, le aziende devono assicurarsi di essere familiarizzate con le definizioni di PMI e di disporre della necessaria documentazione indicata nella "Sezione Prove documentali necessarie", non solo per la società in questione, ma anche per ciascuno dei suoi partner e/o imprese collegate.

La domanda di riconoscimento della qualifica di PMI può essere presentata mediante lo strumento R4BP 3. Per presentare anche la relativa documentazione, il fabbricante del principio attivo o il potenziale titolare dell'autorizzazione sono tenuti a iscriversi a ECHA Accounts, il portale di accesso agli strumenti ECHA, e andare alla pagina dello strumento di presentazione R4BP. Qui, alla scheda "NEW APPLICATION" (NUOVA DOMANDA), selezionare la funzione di presentazione della domanda per "SM-APP – SME Verification" (APP PM – verifica PMI) e seguire la procedura guidata per detta presentazione.

Si raccomanda di controllare periodicamente le operazioni da eseguire, dette "compiti", e i messaggi in R4BP 3: è infatti possibile che le autorità competenti si servano di R4BP 3 per richiedere maggiori informazioni entro una determinata scadenza. Tali richieste sono visualizzate in R4BP 3 alla scheda "TASKS" (COMPITI). In caso di mancato rispetto della scadenza, la domanda può essere respinta o la valutazione può essere portata a termine senza tenere conto dei dati trasmessi in ritardo, a seconda della fase raggiunta dalla procedura. La decisione relativa alla domanda di riconoscimento della qualifica di PMI è comunicata mediante lo stesso R4BP 3.

Iscrizione a R4BP

Limitazioni dimensionali delle prove documentali

Notare che le dimensioni di un singolo allegato non possono superare i 10 MB. Pertanto, nel caso in cui si disponga di allegati molto pesanti o di più di 6 allegati da presentare, sarà necessario creare un file zip nel quale includere tutti i file ed inviare il file zip come allegato.

 

Comunicazione e validità di uno status di PMI

Entro 45 giorni dalla ricezione di tutti gli elementi pertinenti, l'Agenzia decide quale status di PMI, se presente, può essere riconosciuto.

Il riconoscimento di un'impresa come PMI è valido per due anni per le domande presentate ai sensi del regolamento (UE) n. 528/2012.

Può essere proposta un'impugnazione, in base all'articolo 77 del regolamento (UE) n. 528/2012 nei confronti di una decisione adottata dall'Agenzia sullo status di PMI dell'azienda.

Riduzioni tariffarie

Riduzioni tariffarie per domande di approvazione, rinnovo dell'approvazione, iscrizione nell'allegato I dei principi attivi se il produttore dei principi attivi è una PMI avente sede nell'Unione, fatta eccezione per i principi attivi candidati alla sostituzione.

Tipo di impresa Riduzione (% della tariffa ordinaria)
Microimpresa

60

Piccola impresa

40

Media impresa

20


 

Riduzioni tariffarie per domande di concessione e rinnovo dell'autorizzazione dell'Unione per biocidi o famiglie di biocidi, se il potenziale titolare dell'autorizzazione è una PMI avente sua sede nell'Unione, fatta eccezione nel caso in cui il prodotto contenga un principio attivo candidato alla sostituzione

Tipo di impresa

Riduzione (% della tariffa ordinaria)

Microimpresa

30

Piccola impresa

20

Media impresa

10

 

Categories Display

Contrassegnato come:

(fai clic sul tag per cercare i contenuti pertinenti)