Distributore

La legge riconosce il ruolo che i distributori svolgono tra fabbricanti e clienti per permettere la comunicazione in materia di sicurezza chimica nella catena di approvvigionamento. Il coinvolgimento attivo dei distributori è necessario per proteggere le persone e l'ambiente dai rischi correlati alle sostanze chimiche. 

Ai sensi dei regolamenti REACH e CLP sono distributori coloro che si procurano una sostanza chimica o una miscela nel SEE, la conservano e quindi la immettono sul mercato per conto terzi (anche con il loro marchio senza modificarne la composizione chimica in alcun modo).

Per esempio, i commercianti al dettaglio e all'ingrosso sono distributori ai sensi dei regolamenti REACH e CLP. 

Non siete distributori se:

  • acquistate sostanze chimiche fuori dal SEE e le immettete direttamente sul mercato del SEE. In questo caso siete importatori;
  • acquistate sostanze chimiche all'interno del SEE e le miscelate con altre sostanze chimiche, le diluite o le utilizzate per riempire contenitori prima di fornirle a terzi. In questo caso siete utilizzatori a valle.

Cosa si deve fare?

La comunicazione nella catena di approvvigionamento è la principale responsabilità dei distributori. 
 
Questa stessa responsabilità si applica a tutti i fornitori di sostanze, miscele e articoli, fabbricanti, importatori, utilizzatori a valle e distributori.

 

 

Se vendete prodotti a utilizzatori industriali o professionali

Dovete comunicare le informazioni sui rischi e i pericoli associati alle sostanze chimiche distribuite:

A valle della catena di approvvigionamento

Lo strumento principale ai fini della suddetta comunicazione è la scheda di dati di sicurezza, che può essere ampliata per includere scenari d'esposizione per ciascun uso identificato.

Nel caso di una sostanza o miscela pericolosa

  • occorre fornire la scheda di dati di sicurezza e assicurarsi che sia nella rispettiva lingua nazionale e includa le informazioni richieste ai sensi della legislazione nazionale, per esempio in materia di salute e sicurezza o smaltimento dei rifiuti;
  • assicurarsi che la sostanza o miscela pericolosa sia etichettata e imballata correttamente.

Ciò significa rispettare i requisiti del regolamento CLP. Dal 1° giugno 2015 sono state introdotte importanti modifiche, compresi nuovi pittogrammi e indicazioni di pericolo.

Maggiori informazioni sono disponibili nella Guida introduttiva al regolamento CLP.

Occorre ricordare che l'etichettatura e l'imballaggio di biocidi e articoli trattati con biocidi devono rispettare i requisiti del CLP e altri requisiti specifici.

Per gli articoli contenenti sostanze estremamente preoccupanti

Si tratta di sostante identificate ai sensi del regolamento REACH che hanno effetti gravi e spesso irreversibili sulla salute umana e sull'ambiente. I distributori sono tenuti a fornire ai clienti informazioni sufficienti per consentire l'uso sicuro dell'articolo, incluso quanto meno il nome della sostanza pericolosa.

A monte della catena di approvvigionamento

I clienti dovrebbero fornire ai distributori informazioni da condividere a monte con i rispettivi fornitori. Potrebbe trattarsi di:

  • informazioni nuove relative alle proprietà pericolose delle sostanze o delle miscele;
  • informazioni che possono rendere inadeguate le misure di gestione dei rischi indicate nella scheda di dati di sicurezza;
  • informazioni sufficienti sulla modalità d'uso della sostanza affinché l'uso possa essere considerato nel fascicolo di registrazione della sostanza.

In questo modo è possibile aiutare fabbricanti e importatori a comprendere come vengono usate le loro sostanze e a registrarne alcuni o tutti gli usi resi noti.

I vostri clienti potranno quindi ricevere le informazioni in materia di sicurezza di cui hanno bisogno per conformarsi ai regolamenti REACH e CLP.

 

Se vendete ai consumatori

Assicuratevi che i prodotti pericolosi siano etichettati e imballati in modo corretto.

Quando un prodotto (una sostanza chimica o miscela) viene identificato come pericoloso, deve essere etichettato e imballato secondo i requisiti del regolamento CLP.

Questa responsabilità spetta a fabbricanti, formulatori, importatori e distributori. Se etichettate o imballate nuovamente tali prodotti per includervi il vostro marchio, anche voi diverrete responsabili.

In qualità di fornitori di prodotti pericolosi, dovete assicurarvi che questi siano etichettati e imballati in modo corretto. L'etichetta dovrebbe contenere:

  • le informazioni relative ai pericoli nella/e lingua/e nazionale/i richiesta/e;
  • i dettagli di contatto del fornitore UE;
  • i nuovi pittogrammi di pericolo, le avvertenze, le indicazioni di pericolo e i consigli di prudenza che sono obbligatori ai sensi del regolamento CLP.

Fino al 1° giugno 2017 potete vendere miscele etichettate secondo il vecchio modello se potete dimostrare che erano presenti nella catena di approvvigionamento prima del 1° giugno 2015, termine legale per il cambiamento.

Ricordate che vi sono requisiti aggiuntivi in materia di etichettatura e imballaggio per gli articoli trattati definiti nel regolamento relativo ai biocidi.

Rispondere alle richieste dei consumatori

Ai sensi del regolamento REACH e del regolamento relativo ai biocidi i consumatori hanno il diritto di chiedere se gli articoli che vendete contengono sostanze estremamente preoccupanti oltre una determinata concentrazione. Questo vale anche per gli articoli che sono stati trattati con biocidi.

Dovete rispondere gratuitamente a tali richieste entro 45 giorni. Siete tenuti a fornire informazioni sufficienti e consigli sull'uso sicuro dell'articolo o informazioni circa il trattamento biocida dell'articolo trattato. Contattate il vostro fornitore per qualsiasi informazione aggiuntiva di cui potreste aver bisogno.

Esempi tipici di prodotti ai quali si applica il "diritto di chiedere" dei consumatori sono capi di abbigliamento, mobili, utensili per la casa, attrezzatura sportiva o altri articoli per l'uso quotidiano.

 

Informatevi sulle sostanze chimiche che immagazzinate e fornite

Prima di immettere sul mercato una sostanza, una miscela o un articolo, dovete assicurarvi che sia consentito nel mercato SEE. Verificate che soddisfi le condizioni descritte nella sezione "Fabbricante" o "Importatore" e contattate il vostro fornitore.

 

Taking a business perspective

You act as a bridge between suppliers and their customers and are essential for passing information throughout the supply chain. You have information about the hazards of substances in your portfolio, which you can turn into a business advantage by selecting safer products and raising your brand reputation.

Consumers have the right to ask about dangerous substances in articles. The right to ask gives information to consumers on the safe use of chemicals and motivates them and manufacturers to make safer choices.

You play an important role in this.

Categories Display