Richiesta di una denominazione chimica alternativa per le miscele

 

I fabbricanti, gli importatori e gli utilizzatori a valle con sede nell’UE possono presentare all’ECHA una richiesta di utilizzo di una denominazione chimica alternativa. Non è possibile nominare un «rappresentante terzo» o un «rappresentante esclusivo» per presentare tale richiesta di utilizzo di una denominazione chimica alternativa in una o più miscele.

La richiesta deve essere predisposta con l’ultima versione di IUCLID e presentata mediante REACH-IT.

Il manuale dell’ECHA Come preparare una richiesta di utilizzo di una denominazione chimica alternativa per una sostanza in una miscela contiene ulteriori istruzioni su come predisporre e presentare la richiesta.

Una volta presentate all’ECHA, le richieste di utilizzo di una denominazione chimica alternativa non possono essere aggiornate, nemmeno relativamente alle miscele che contemplano, a meno che l’ECHA non lo richieda espressamente. Occorre assicurarsi sempre di riportare tutte le miscele per le quali deve essere usata la denominazione chimica alternativa. Ogni eventuale richiesta successiva di utilizzo della denominazione chimica alternativa in altre miscele costituirà una nuova richiesta per la quale sarà dovuta all’ECHA una nuova tassa.

Predisposizione di una richiesta

1. Creare un account in REACH-IT se non se ne possiede già uno.

2. Creare un fascicolo di richiesta di una denominazione chimica alternativa in IUCLID.

Il fascicolo deve contenere le seguenti informazioni:

  • l’identità di chi presenta la richiesta;
  • la denominazione chimica alternativa proposta;
  • l’identità e composizione della sostanza;
  • informazioni sulla classificazione e sull’etichettatura della sostanza;
  • il nome o i nomi commerciali di ciascuna miscela che contiene la sostanza per la quale si richiede la denominazione chimica alternativa;
  • la scheda di dati di sicurezza (SDS) della sostanza per la quale si richiede la denominazione chimica alternativa;
  • la SDS di ciascuna miscela che contiene la sostanza;
  • un documento giustificativo a riprova del fatto che chi presenta la richiesta ha un interesse commerciale da tutelare per cui non è opportuno divulgare la denominazione della sostanza stessa;
  • un documento giustificativo a riprova del fatto che l’uso della denominazione chimica alternativa soddisfa l’esigenza di fornire informazioni sufficienti per poter adottare nel luogo di lavoro le necessarie precauzioni ai fini della tutela della salute e della sicurezza e la necessità di assicurare che possano essere controllati i rischi connessi alla manipolazione della miscela.

La denominazione chimica alternativa proposta può essere un nome che fa riferimento ai gruppi chimici funzionali più importanti della sostanza oppure una designazione alternativa.

Suggerimento: per definire il nome alternativo si raccomanda di utilizzare la «guida lessicale» (allegato VI, parte B, della direttiva sui preparati pericolosi).

Per ulteriori informazioni su come predisporre il fascicolo, consultare il manuale  Come preparare una richiesta di utilizzo di una denominazione chimica alternativa per una sostanza in una miscela.

3. Trasmettere il file IUCLID e i necessari allegati mediante REACH-IT.

Se non si riceve un messaggio di conferma dopo aver presentato la richiesta, contattare l’helpdesk dell’ECHA.

Fasi successive

Una volta ricevuta la richiesta, l'ECHA effettuerà un controllo anti virus e un controllo delle "business ruels" per verificare che il fascicolo è completo e può essere elaborato.

Se il fascicolo supera il controllo delle "business rules" l'ECHA invierà al richiedente una fattura. Una volta ricevuto il pagamento, l'ECHA comunica entro sei settimane una decisione in merito alla richiesta d'uso della denominazione alternativa.

Se l'ECHA non accetta la richiesta d'uso di una denominazione chimica alternativa, o se successivamente modifica o ritira la propria approvazione all'uso della denominazione chimica alternativa, è possibile richiedere una revisione della decisione. La richiesta di revisione deve essere presentata entro due mesi dalla ricezione della decisione utilizzando un apposito modulo web.

L'ECHA invia sempre direttamente al richiedente tutte le comunicazioni correlate alla richiesta, compresa la decisione, mediante il sistema di messaggistica di REACH-IT.

Richiesta di revisione di una decisione relativa all'uso di una denominazione chimica alternativa

Categories Display

Contrassegnato come:

(fai clic sul tag per cercare i contenuti pertinenti)