Verifica della conformità

L'ECHA può esaminare qualunque fascicolo di registrazione allo scopo di verificare la conformità delle informazioni presentate dai dichiaranti ai requisiti giuridici. I controlli di conformità valutano la descrizione dell'identità della sostanza, le informazioni sulla sicurezza presenti nel fascicolo, compresa la relazione sulla sicurezza chimica o parti specifiche del fascicolo, come ad esempio le informazioni relative alla protezione della salute umana.

A norma del regolamento REACH, l'ECHA deve vagliare almeno il 5 % dei fascicoli di registrazione relativi a ciascuna fascia di tonnellaggio.

La scelta dei fascicoli per il controllo di conformità è casuale o mirata (ossia effettuata sulla base di preoccupazioni specifiche).

Nel controllo di conformità mirato, l'ECHA valuta soltanto una parte specifica del fascicolo di registrazione (per esempio, determinati endpoint in IUCLID o nella relazione sulla sicurezza chimica - CSR), ai fini della verifica di un particolare aspetto critico. Ciò permette all'ECHA di orientare i controlli verso endpoint che sono stati individuati come importanti per un uso sicuro delle sostanze. 

Sostanze potenzialmente soggette ai controlli di conformità nel corso del 2015

Per una maggiore efficacia e trasparenza dei controlli di conformità, l'ECHA pubblica un elenco di sostanze che saranno potenzialmente soggette a detti controlli. L'elenco è stilato in conformità alla nuova strategia dell'ECHA relativa alla verifica della conformità ed è basato tra l'altro sui risultati dell'approccio comune in materia di screening, sviluppato dall'ECHA insieme agli Stati membri.

Oltre alle sostanze identificate qui, i controlli di conformità normalmente sono condotti sui fascicoli di registrazione per sostanze interessate dal piano d'azione a rotazione a livello comunitario (elenco CoRAp).

Il controllo di conformità si concentra su otto endpoint chiave, delineati nella nuova strategia di controllo della conformità. Questi sono la genotossicità, la tossicità a dose ripetuta, la tossicità per lo sviluppo pre-natale, la tossicità per la riproduzione, la cancerogenicità, la tossicità a lungo termine per gli organismi acquatici, la biodegradazione e il bioaccumulo. Questi sono gli endpoint chiave per l'identificazione delle sostanze che destano preoccupazione e permetteranno di stabilire se ci si possa attendere che vengano soddisfatti i criteri per le sostanze estremamente preoccupanti.

L'elenco di sostanze potenzialmente soggette ai controlli di conformità verrà aggiornato più volte l'anno e ai dichiaranti si consiglia di controllarlo periodicamente.

L'elenco è solo indicativo e non esaustivo: l'ECHA può avviare in qualsiasi momento un controllo di conformità su qualsiasi fascicolo, per verificare se le informazioni presentate dai dichiaranti sono conformi ai requisiti di legge.

È possibile che i dichiaranti vogliano rivedere i propri fascicoli di registrazione e aggiornarli con eventuali informazioni nuove e/o pertinenti compreso, laddove applicabile, un aggiornamento della relazione sulla sicurezza chimica (CSR).

Quali sono i possibili esiti del controllo di conformità?

 

Image

nessuna azione nei confronti del dichiarante

Se il fascicolo viene considerato conforme alle prescrizioni in materia di informazioni stabilite dal REACH, non è prevista alcuna azione amministrativa. Tuttavia, questo non significa necessariamente che il fascicolo sia privo di difetti. In qualunque momento è possibile avviare un nuovo controllo di conformità supplementare.

 
Image

decisioni per la richiesta di informazioni aggiuntive

A seguito del controllo di conformità, l'ECHA può stabilire la necessità di sperimentazioni supplementari o di altre informazioni. In questi casi, l'Agenzia elabora un progetto di decisione da inviare ai dichiaranti affinché formulino delle osservazioni. Il progetto di decisione può essere modificato successivamente alla luce di tali osservazioni. Il progetto di decisione viene inviato agli Stati membri, che possono suggerire modifiche. Se vi sono proposte di modifiche, la questione è riferita al comitato degli Stati membri. Tutti i progetti di decisione elaborati dall'Agenzia devono essere sostenuti all'unanimità dagli Stati membri; in caso contrario non potranno diventare decisioni finali giuridicamente vincolanti.

In esito al controllo di conformità mirato, i dichiaranti possono dunque ricevere più decisioni per la richiesta di informazioni aggiuntive riguardanti il medesimo fascicolo, nel caso in cui quest'ultimo non sia conforme rispetto a più prescrizioni in materia di informazioni.

Categories Display

Contrassegnato come:

(fai clic sul tag per cercare i contenuti pertinenti)