Soggetti interessati

I principali soggetti interessati nella procedura di autorizzazione sono:

1. Il richiedente

Il richiedente può essere un fabbricante, un importatore e un utilizzatore a valle di una sostanza per cui è necessaria un'autorizzazione (secondo l'elenco di cui all'allegato XIV). La domanda di autorizzazione può essere inoltrata per l'uso o gli usi propri del richiedente, oppure per gli usi per i quali egli intende immettere la sostanza sul mercato. La domanda può essere inoltrata da una o più persone, per una o più sostanze che rispondono alla definizione di un gruppo di sostanze di cui all'allegato XI, punto 1.5, del regolamento REACH, e per uno o più usi.

Se la Commissione autorizza l'uso della sostanza, i titolari dell'autorizzazione sono tenuti a conformarsi alle prescrizioni dell'autorizzazione quando immettono tale sostanza sul mercato e/o ne fanno uso. I titolari delle autorizzazioni devono aggiornare la scheda di dati di sicurezza e indicare il numero dell'autorizzazione sull'etichetta prima di immettere la sostanza o una miscela contenente la sostanza sul mercato.

2. L'ECHA

2.1 I comitati dell'ECHA

Il comitato per la valutazione dei rischi (RAC) e il comitato per l'analisi socioeconomica (SEAC) formulano pareri sulle domande di autorizzazione.

2.1.1 Comitato per la valutazione dei rischi (RAC)

Il RAC formula un parere sulla domanda, che include una valutazione del rischio per la salute umana e/o per l'ambiente derivante dall'uso o dagli usi della sostanza, comprendente una valutazione dell'adeguatezza e dell'efficacia delle misure di gestione dei rischi come specificato nella domanda, e, se pertinente, una valutazione dei rischi derivanti da eventuali alternative.

2.1.2 Comitato per l'analisi socioeconomica (SEAC)

Il SEAC elabora un parere sulla domanda, che comprende una valutazione dei fattori socioeconomici e della disponibilità, idoneità e fattibilità tecnica di alternative in relazione all'uso o agli usi della sostanza specificati nella domanda, nonché di qualsiasi informazione sulle alternative presentata da terzi interessati.

2.2 Il segretariato dell'ECHA

Il segretariato dell'ECHA fornisce ai richiedenti gli orientamenti e gli strumenti necessari per la preparazione delle domande; inoltre fornisce ai comitati dell'ECHA assistenza tecnica, scientifica e normativa in modo efficiente e trasparente.

3. Le parti interessate

Le parti interessate, che comprendono i cittadini, le organizzazioni, le aziende e le autorità, provenienti dall'UE o da paesi terzi, possono fornire informazioni su sostanze o tecnologie alternative nel corso del processo di consultazione per le domande di autorizzazione e per le revisioni delle autorizzazioni.

4. La Commissione europea

I pareri del RAC e del SEAC vengono inviati alla Commissione europea. La Commissione elabora un progetto di decisione d'autorizzazione entro tre mesi dalla ricezione dei pareri trasmessi dall'Agenzia. La Commissione adotta la decisione finale di rilascio o di rifiuto dell'autorizzazione. Le decisioni della Commissione, in forma sintetica, sono pubblicate sulla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea e sono accessibili al pubblico in una banca dati gestita dall'ECHA.

5. Gli utilizzatori a valle

Un utilizzatore a valle può usare la sostanza nel caso in cui sia stata rilasciata un'autorizzazione per tale uso a un attore a monte della catena di approvvigionamento. Egli deve soddisfare le condizioni previste dall'autorizzazione e notificare all'ECHA l'uso della sostanza in questione.

Categories Display

Contrassegnato come:

(fai clic sul tag per cercare i contenuti pertinenti)