Comitato degli Stati membri

Il comitato degli Stati membri partecipa alle varie procedure REACH quali la valutazione e l’autorizzazione. Il comitato degli Stati membri ha il compito di comporre le divergenze di opinione tra gli Stati membri e in relazione alle proposte finalizzate all’identificazione delle sostanze estremamente preoccupanti (SVHC). Il comitato fornisce pareri in merito al progetto di raccomandazione dell’ECHA per quanto riguarda l’elenco delle sostanze soggette ad autorizzazione (allegato XIV) e al progetto di piano d’azione a rotazione a livello comunitario (CoRAP) per la procedura di valutazione della sostanza. Se non perviene a un accordo, il comitato deferisce la questione alla Commissione europea per una decisione.

Valutazione dei fascicoli

Quando gli Stati membri propongono modifiche, il comitato degli Stati membri cerca di raggiungere un accordo unanime sui progetti di decisione dell’ECHA riguardanti: 

  • le proposte di sperimentazione;
  • i controlli di conformità.

Valutazione delle sostanze

Il comitato degli Stati membri cerca di raggiungere un accordo unanime sui progetti di decisione degli Stati membri relativi alla valutazione delle sostanze, per i quali vengono proposte modifiche da parte di altri Stati membri o dell’ECHA. Il comitato degli Stati membri prende in considerazione le osservazioni dei dichiaranti sulle modifiche proposte ai progetti di decisione, sulla base delle valutazioni dei fascicoli e delle sostanze. Dopo che la decisione viene approvata dal comitato degli Stati membri, l’ECHA provvede a formalizzarla e a trasmetterla al dichiarante.

Il comitato degli Stati membri emette pareri per quanto concerne:

  • un progetto di piano d’azione a rotazione a livello comunitario (CoRAP) elaborato dall’ECHA ai fini della valutazione delle sostanze da parte degli Stati membri, in considerazione del fatto che le sostanze potrebbero comportare un rischio per la salute umana o per l’ambiente;
  • proposte avanzate da uno Stato membro per aggiungere sostanze al CoRAP al di fuori degli aggiornamenti annuali.

Sulla base di tali pareri formulati dal comitato degli Stati membri, l’ECHA adotta il CoRAP finale per la valutazione delle sostanze. Il comitato degli Stati membri cerca di raggiungere un accordo anche quando due o più Stati membri hanno espresso interesse per la valutazione della stessa sostanza.

Autorizzazione

Il comitato degli Stati membri svolge un ruolo essenziale allo scopo di:

  • perseguire un accordo nell’identificazione delle sostanze estremamente preoccupanti (SVHC) ai fini dell’elenco di sostanze candidate all’eventuale inclusione nell’elenco delle sostanze soggette ad autorizzazione (allegato XIV); 
  • fornire pareri sui progetti di raccomandazione dell’ECHA relativi alle sostanze prioritarie da includere nell’elenco delle sostanze soggette ad autorizzazione.

L’ECHA prende in considerazione il parere del comitato degli Stati membri nella fase di formalizzazione della sua raccomandazione alla Commissione sulle sostanze prioritarie da includere nell’elenco delle sostanze soggette ad autorizzazione.

Richieste del direttore esecutivo dell’ECHA

Su richiesta del direttore esecutivo dell’ECHA, il comitato degli Stati membri elabora pareri in relazione ai rischi per la salute umana e l’ambiente su qualsiasi altro aspetto riguardante la sicurezza delle sostanze, in quanto tali o in quanto componenti di miscele o articoli. 

Il comitato fornisce anche un sostegno scientifico volto a migliorare la cooperazione tra l’Unione, i suoi Stati membri, le organizzazioni internazionali e i paesi terzi in relazione alla sicurezza delle sostanze, e partecipa attivamente alle attività di assistenza tecnica e di sviluppo di capacità in materia di buona gestione delle sostanze chimiche nei paesi in via di sviluppo.

Composizione

Ciascuno Stato membro nomina un membro del comitato degli Stati membri per un mandato di tre anni, rinnovabile. Il comitato può nominare un massimo di cinque membri supplementari, scelti in base alle loro competenze specifiche. I membri possono essere accompagnati da consulenti.