Piano d'azione progressivo europeo

Il piano d'azione a rotazione a livello comunitario (CoRAP) indica le sostanze che devono essere valutate nell'arco di tre anni. Dopo il primo anno, il piano sarà aggiornato per includere alcune sostanze per un altro anno, nonché eventuali revisioni delle sostanze incluse nel piano originario nel corso del secondo e del terzo anno.

Le sostanze soggette a valutazione immediata vengono elencate durante il primo anno del piano. Tuttavia, uno Stato membro può comunicare in qualsiasi momento di possedere informazioni indicanti che la sostanza costituisce una priorità ai fini della valutazione, pur non essendo inclusa nell'elenco del CoRAP. In queste circostanze, il CoRAP può essere modificato per includere questa sostanza prima di uno degli aggiornamenti annuali.

Criteri di selezione

L'ECHA e gli Stati membri elaborano criteri basati sui rischi in funzione dei quali vengono selezionate le sostanze per il CoRAP.

I criteri di selezione contemplano informazioni sui pericoli, informazioni sull'esposizione e il tonnellaggio delle sostanze, incluso il tonnellaggio complessivo relativo alla stessa sostanza e risultante da registrazioni multiple. I criteri relativi all'esposizione e ai pericoli non sono utilizzati indipendentemente gli uni dagli altri, bensì in modo combinato, al fine di fornire un approccio basato sui rischi. Per esempio, una sostanza pericolosa con un'esposizione controllata può avere meno priorità rispetto a una sostanza meno pericolosa ma con maggiore esposizione.

Gli Stati membri forniscono il proprio contributo all'elaborazione del CoRAP proponendo le sostanze da includere. Possono utilizzare gli stessi criteri basati sui rischi concordati con l'ECHA e, in taluni casi, possono indicare altri motivi di preoccupazione basati sui rischi fondati su priorità nazionali.

I criteri saranno periodicamente rivisti sulla base dell'esperienza acquisita e delle modifiche orientate alle priorità.

Nell'elenco di valutazione del CoRAP non saranno incluse tutte le sostanze che rispondono ai criteri. Gli Stati membri e l'ECHA devono considerare se alla fine del processo di valutazione la richiesta di maggiori informazioni risulta effettivamente utile per chiarire la preoccupazione iniziale suscitata da una sostanza. Anche l'interessamento e le competenze degli Stati membri possono incidere sull'inclusione di una sostanza nell'elenco del CoRAP.

Istituzione del CoRAP

Una volta stabiliti i criteri basati sui rischi, l'ECHA e gli Stati membri identificano una serie di sostanze che possono essere incluse nel CoRAP. Gli Stati membri esprimeranno il proprio interesse nella valutazione di una determinata sostanza, in modo che l'ECHA possa creare una bozza del CoRAP con i nomi delle sostanze e gli anni di valutazione di prova.

Il CoRAP definitivo viene adottato in seguito a una consultazione fra gli Stati membri e alla formulazione di un parere da parte del comitato degli Stati membri dell'ECHA. Dal momento della pubblicazione della bozza del CoRAP, le sostanze possono essere aggiunte o rimosse dall'elenco prima che l'ECHA adotti il CoRAP definitivo. Il CoRAP definitivo indica le preoccupazioni iniziali relative alle sostanze e designa lo Stato membro responsabile della valutazione.

 

L'ECHA ha adottato il primo CoRAP nel 2012 per gli anni 2012-2014. Ogni anno l'ECHA presenterà agli Stati membri un progetto di aggiornamento del CoRAP.