Regolamento sul previo assenso informato

Il regolamento sull'assenso preliminare in conoscenza di causa (Prior Informed Consent, "PIC", regolamento (UE) n. 649/2012) disciplina l'importazione e l'esportazione di talune sostanze chimiche pericolose e impone obblighi alle imprese che desiderano esportare tali sostanze nei paesi extra UE. Il regolamento attua, all'interno dell'Unione europea, la convenzione di Rotterdam sulla procedura di assenso preliminare in conoscenza di causa per talune sostanze chimiche e pesticidi pericolosi nel commercio internazionale.

Capire il PIC

 

Legislazione

Ambito e processi

 

Image

Il regolamento PIC contiene tre insiemi di disposizioni collegati all'esportazione di sostanze chimiche.

  • Le sostanze chimiche di cui all'allegato I sono soggette alla procedura di notifica dell'esportazione (parte 1) e all'obbligo del consenso esplicito (parti 2 e 3). L'elenco è aggiornato regolarmente sulla base delle azioni normative ai sensi della legislazione dell'UE e degli sviluppi ai sensi della convenzione di Rotterdam.
  • L'esportazione delle sostanze di cui all'allegato V è proibita.
  • Tutte le sostanze chimiche esportate devono conformarsi alle disposizioni sull'imballaggio e l'etichettatura ai sensi del regolamento CLP (CE) 1272/2008 o della legislazione dell'UE pertinente.

Elenco delle sostanze chimiche: allegato I

 
Image

Gli esportatori di uno Stato membro dell'UE sono tenuti a notificare l'intenzione di esportare determinate sostanze chimiche in un paese extra UE.
 

Image

Oltre all'obbligo di notifica, l'esportazione di sostanze chimiche elencate nelle parti 2 e 3 dell'allegato I del regolamento PIC è subordinata anche all'esistenza di un valido consenso esplicito fornito dall'autorità nazionale designata del paese di importazione non appartenente all'UE.